La storia di Jasmin

Jasmin Nick sprizza gioia e ottimismo da tutti i pori. Ha infatti imparato a godersi l’attimo. Da bambina ha perso molto sangue in un incidente di pattinaggio sul ghiaccio nel quale si era quasi amputata un dito. E in giovane età suo fratello si è ammalato di leucemia. Oggi suo fratello sta bene e Jasmin non ha riportato alcun danno significante del suo grave incidente. Queste esperienze l’hanno segnata facendone una persona grata, umile e piena di entusiasmo per la vita. «Vorrei infondere coraggio alle persone perché vivano appieno la loro vita e vorrei mostrare loro che fintanto che si è ancora sani si possono relativizzare i problemi.»

Sicuramente anche perché segnata da queste esperienze, Jasmin è diventata una persona molto incline ad aiutare gli altri. È registrata come donatrice di cellule staminali del sangue e possiede una tessera di donatorie di organi. Per lei donare sangue è scontato. «Anche donare cellule staminali del sangue od organi lo è – non ci vuole molto per decidere sulle cose. Vorrei soltanto che un maggior numero possibile di persone rifletta se e cosa desidera donare». La 43enne madre di famiglia racconta molto apertamente la sua storia, tanto agli amici quanto ai conoscenti, perché ci tiene che si discuta consapevolmente di tematiche difficili come la malattia e la morte. «In questo frangente siamo particolarmente bravi a fare gli struzzi. È vero che una malattia grave ti piomba addosso come un fulmine a ciel sereno, sconvolgendoti e segnandoti per la vita, ma non bisogna dimenticare che molte persone guariscono grazie, non da ultimo, alla solidarietà di altre persone che aiutano con donazioni».

Jasmin ha imparato anche un’altra lezione essenziale: pure nella sfortuna c’è qualcosa di positivo da vivere – e questo insegnamento, lo trasmette ai suoi tre figli. Come conseguenza, le priorità della famiglia sono nettamente cambiate.

«La nostra più grande felicità è passare del tempo insieme». Ad esempio, l’intera famiglia si ritrova a tavola tutti i giorni per la cena e intraprende regolarmente lunghi viaggi, come otto settimane con il caravan attraverso gli Stati Uniti o cinque settimane alle Hawaii, arcipelago al quale la famiglia Nick è particolarmente legata, poiché due anni fa Emmanuel e Jasmin vi si sono sposati. Alla cerimonia, tenutasi sulla spiaggia all’ora del tramonto, erano presenti i loro figli e un amico ha suonato l’ukulele. È stata poi seguita da un barbecue. Jasmin parla ancora oggi con passione di questo momento speciale di grande felicità.

Jasmin & Emmanuel Nick con Seya, Miya e Lua

→ Desideri donare il sangue? >> Date per la donazione di sangue

Portrait Jasmin

«La nostra più grande felicità è passare del tempo insieme.»

Jasmin Nick, 43, madre di famiglia

Donatori e riceventi si raccontano